Benessere Venoso e Circolatorio

Per la nostra vita la circolazione del sangue è fondamentale.

Vene e arterie conducono le sostanze nutritive e l’ossigeno ad ogni distretto del nostro corpo, permettendo così un sano e corretto funzionamento di tutti i nostri organi.

Diviene fondamentale interpretare  i segnali di allarme che il nostro corpo ci invia, il riconoscerli tempestivamente ci evita l’insorgere di problematiche che andranno a causare cattiva circolazione.

I più comuni sono:

    • gambe gonfie

    • sensazione di pesantezza e stanchezza

    • dolori e formicolii

    • capillari superficiali che si spezzano

    • debolezza congenita delle pareti dei vasi sanguigni (emorroidi).

Un altro sintomo da non sottovalutare  sono le estremità del corpo come mani e piedi freddi, che potrebbero anche essere il segnale di un insufficienza venosa.

Sono i primi campanelli di allarme, che se trascurati potrebbero causare l’insorgere di patologie più importanti come vene varicose, flebiti ed altro che compete allo specialista.

E’ importante anche che il sangue fluisca correttamente al cervello per non incorrere a causa della scarsa ossigenazione nella compromissione delle facoltà cognitive.

E’ possibile migliorare la nostra circolazione sanguigna in modo semplice quotidianamente evitando la vita sedentaria, masticando correttamente, inserendo le fibre nella nostra alimentazione per scongiurare fenomeni di stipsi, bere molti liquidi. Occorre prestare molta attenzione anche agli alimenti che assumiamo come: zuccheri, caffè, alcool, cioccolato, menta piperita, pepe, barbabietola da zucchero che tendono ad infiammare maggiormente questa zona se è già sofferente.

Diversi sono i rimedi naturali per aiutarci ad alleviare questi fastidi, e cercare di evitarne l’aggravamento:

▶  uso esterno

▶  uso interno

LE INFORMAZIONI FORNITE HANNO LO SCOPO DIVULGATIVO, SONO TRATTE DA LETTERATURA SCIENTIFICA, NON SI INTENDE FORNIRE SUGGERIMENTI PER DIAGNOSI O TRATTAMENTI DI MALATTIE PER LE QUALI E’ SEMPRE BENE CONSULTARE IL PROPRIO MEDICO.