Cellulite


La pelle a “buccia d’arancia “che vediamo in superficie sul nostro corpo, è il risultato di un alterazione del tessuto ad un livello più profondo.

Sotto la superficie nelle zone interessate da questo inestetismo, si è verificato un aumento del volume delle cellule adipose. Si sono espanse, favorendo un accumulo eccessivo di liquidi, ed un aumento di sostanze di scarto che vengono eliminate con difficoltà dal tessuto circostante e creano così uno squilibrio anche al sistema circolatorio.

Esistono diversi stadi di cellulite:

    • La 1ma edematosa, prevalgono ristagni di liquidi nei tessuti, è la così detta fase iniziale, colpisce le ragazze giovani.
    • La 2da fibrosa, si creano dei noduli nel tessuto adiposo e la cute perde la sua naturale elasticità.
    • La 3za sclerotica, quest’ultima è irreversibile, i noduli formatisi sono di vaste dimensioni, sono duri e dolorosi al contatto. In questo stadio solitamente  si soffre anche di una scorretta circolazione venosa
    • Il 4to stadio materasso, è l’alterazione della 3za peggiorata.

Le Cause sono difficili da individuare, i Fattori scatenanti sono Numerosi

Disfunzioni di natura ormonale  sono tra i primi fattori scatenanti di questo inestetismo, ma anche l’assunzione degli anticoncezionali ” pillola “, disfunzioni epatiche, problemi legati alla tiroide , terapie ormonali, postura errata, lo stile di vita ( alcol, alimentazione squilibrata, stile di vita sedentario, tacchi alti, e viceversa troppo bassi etc…), l’essere in sovrappeso, ma anche un dimagrimento repentino.

Una parte di essi sono “predisponenti” di natura ereditaria come il sesso di appartenenza: femminile, e precedenti familiari.

Altri sono legati ai periodi della vita femminile tipo:

    • pubertà,
    • gravidanza,
    • menopausa.

Lo stress aumenta i livelli ormonali, in particolar modo la produzione di cortisolo, questi causano un rigonfiamento delle cellule adipose.

Come rimediare?

Con un corretto stile di vita, seguendo i ritmi adeguati che ci mantengono in armonia e in equilibrio.

E’ essenziale riuscire a mantenersi in equilibrio con il proprio peso. Cibi ricchi di grassi, zuccheri, sale creano accumuli di adipe localizzati e favoriscono la ritenzione dei liquidi. Un’alimentazione bilanciata permette al nostro corpo di drenarsi e purificarsi.

Un‘adeguata idratazione, evitando bevande gasate e zuccherate, alcolici.

Diviene fondamentale per la salute e il benessere della cute migliorare la circolazione sanguigna, mantenere la muscolatura svolgendo dell’attività fisica, anche delle semplici passeggiate all’aria aperta di 30/40 minuti al giorno sono sufficienti, se non riuscite sempre almeno 3 volte la settimana.

Correggere la postura se è errata, evitare da sedute di accavallare le gambe in quanto si comprimono i vasi sanguigni peggiorando la circolazione, rimanere troppo a lungo in piedi senza muoversi causa una stasi venosa.

Un abbigliamento troppo stretto comprime i vasi, mentre scarpe troppo alte o troppo basse ostacolano il ritorno venoso.

Evitare il fumo che aumenta la produzione di radicali liberi che vanno ad aggravare il microcircolo e invecchiano la nostra pelle.

Insieme a tutti questi suggerimenti un aiuto lo trovate anche attraverso questi prodotti scelti per voi:

trattamenti esterni

prodotti ad uso interno per il microcircolo

prodotti bevibili ad uso interno per mantenere in equilibrio il peso corporeo

prodotti in compresse e capsule ad uso interno per mantenere in equilibrio il peso corporeo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.